Avviso presenza sede

Tutti i martedì dalle ore 21,00 in poi siamo presenti presso la sede del Club, in Piazza Alcide de Gasperi 1 Monteroni d'Arbia. I recapiti telefonici del Camper Club sono: 366 4509888 sempre attivo e 0577 375764 attivo solo il martedi. Potete contattarci anche per email : info@camperclubterresenesi.org

Lunedì, 23 10, 2017

Cerca

CAMPER CLUB “TERRE SENESI”


STATUTO SOCIALE


COSTITUZIONE E SOCI


Art. 1
Il Camper Club “Terre Senesi” è una associazione ricreativa, culturale e sportiva, senza fini di lucro.
Art. 2
Il Camper Club ha i seguenti scopi sociali:
a) di svolgere l’attività di propaganda a favore del turismo itinerante;
b) di promuovere manifestazioni regionali e nazionali;
c) di favorire la partecipazione dei suoi soci a manifestazioni organizzate da altri club;
d) di tutelare gli interessi legali dei suoi aderenti.

PATRIMONIO SOCIALE


Art. 3
Il patrimonio sociale è costituito dagli immobili, dal materiale mobile fisso, dai residui attivi di gestione e dai premi di spettanza del Club.
Art. 4
Il Club con il suo patrimonio risponde delle obbligazioni sociali.
Il Camper Club è responsabile per i pagamenti di forniture, di quelle esclusivamente deliberate dal consiglio.
Ove invece un socio amministratore disponga per forniture di materiali o prestazioni non deliberate dal consiglio direttivo, egli risponderà personalmente nei confronti degli aventi diritto con esonero di responsabilità per il Camper Club e per i consiglieri.
Art. 5
I soci effettivi con l’ammissione al Camper Club devono versare le quote sociali come stabilito dall’assemblea.
Essi devono altresì versare somme che eventualmente il consiglio direttivo stabilirà per coloro, tra i soci che vorranno usufruire delle speciali attrezzature del Club.

 

GUIDONE SOCIALE


Art. 6
Il guidone del Camper Club “Terre Senesi” è costituito da un camper con sfondo di 2 cipressi e colline senesi.
Art. 7
La sede del Camper Club è presso il presidente pro tempore.


SOCI E LORO CATEGORIE


Art. 8
I soci si distinguono in Onorari, Effettivi e Sostenitori.
Sono soci Onorari coloro che per speciali benemerenze vengono proclamati tali dall’assemblea del Camper Club su proposta del consiglio direttivo.
Sono soci Effettivi coloro che avendone fatta richiesta, fanno parte con tutti i diritti e doveri che loro competono al Camper Club.
I soci Effettivi prendono parte alla vita dell’associazione, hanno voto deliberante in sede di assemblea ordinaria e straordinaria, e possono venire eletti alle cariche sociali. Essi hanno diritto all’uso delle attrezzature speciali ed hanno il dovere di corrispondere per tutto l’anno le quote sociali stabilite dal consiglio direttivo.
Sono soci Sostenitori coloro che ritengono di affiancarsi all’associazione, agevolando con contributi finanziari la gestione del Club. Essi godono i diritti di soci Effettivi, ma non hanno voti deliberativi e non possono rivestire cariche. I facenti parte della famiglia di socio godono degli stessi diritti di un titolare, ma non hanno voto deliberativo e non possono rivestire cariche.
Art. 9
I soci Onorari sono esenti dai pagamenti delle quote sociali.
Chiunque altro aspiri ad essere socio del Camper Club deve presentare domanda al consiglio direttivo.
Al consiglio direttivo spetta l’accettazione o meno della domanda stessa.
Il consiglio non è tenuto a giustificare per nessun motivo l’eventuale mancata accettazione.
Art. 10
Il candidato con la sottoscrizione della domanda di ammissione, assume l’obbligo di osservare le norme dello statuto e dei regolamenti e deliberazioni degli organi sociali.
Art. 11
Il socio che intende dimettersi è obbligato a darne comunicazione al consiglio direttivo.
Art. 12
Il socio che per qualsiasi motivo, cessa di far parte del Camper Club perde ogni diritto inerente alla qualifica di socio.
Art. 13
Il socio radiato, per decisione del consiglio o per morosità o per qualsiasi altro motivo ritenuto dannoso ai fini della vita del Club dovrà accettare il provvedimento con espressa rinuncia a qualsiasi azione nei confronti dei componenti del consiglio direttivo. In tale ipotesi, nonché dei quella di dimissioni volontarie, il socio dovrà corrispondere le quote sociali maturate fino a quel giorno.
Art. 14
Il Camper Club “Terre Senesi” declina ogni responsabilità per incidenti di ogni specie che possano accadere ai soci di tutte le categorie od a qualunque persona che venga a trovarsi nella sede sociale o nelle sue pertinenze o che faccia uso del materiale e delle attrezzature sociali.
Art. 15
La qualifica di socio viene acquisita a tutti gli effetti soltanto con il possesso della tessera del Camper Club Terre Senesi che è obbligatoria.
All’atto della consegna della tessera i soci dovranno mettersi al corrente con la quota di ammissione.
Art. 16
I soci hanno diritto di:
a) frequentare i locali sociali;
b) usufruire delle attrezzature e degli impianti sociali secondo quanto stabilito dall’art. 5;
c) prendere parte alle manifestazioni promosse dal Camper Club e da altri enti;
d) avere la tessera sociale;
e) intervenire, discutere, presentare proposte nelle Assemblee Generali;
f) godere di tutti quei benefici comunque concessi dal Camper Club in conformità delle disposizioni che li regolano;
g) presentare candidati a soci, secondo le norme sancite dal presente statuto;
h) presentare per iscritto al Consiglio Direttivo proposte e reclami che ritengono opportuni;
i) essere eletti consiglieri e revisori dei conti del Camper Club;
j) iscrivere negli appositi registri del Camper Club i propri mezzi.
Art. 17
I soci hanno il dovere di:
a) osservare lo Statuto, i regolamenti e le deliberazioni degli organi sociali;
b) pagare nei prescritti termini le somme a qualsiasi titolo dovute al Camper Club.
Art. 18
In caso di aumento di quote sociali o di contributi straordinari obbligatori deliberati alle Assemblee, i soci che non intendono aderirvi hanno la facoltà di dimettersi nei trenta giorni della relativa comunicazione.

 

SANZIONI E PROVVEDIMENTI


Art. 19
In caso di trasgressione alle norme sportive e sociali il Consiglio Direttivo può infliggere al socio:
a) il richiamo verbale o scritto o la sospensione fino a tre mesi per atti di indisciplina;
b) l’espulsione nei casi di indegnità e di condanna definitiva per reati dolosi;
c) la decadenza per morosità nei confronti di coloro che, non provvederanno nei confronti di giorni 10 dal preavviso scritto fatto loro dal Segretario Economo a regolarizzare la loro posizione, salvo sempre il diritto del Camper Club di ripetere nei loro confronti le quote dovute o le altre somme non pagate;
d) l’espulsione nei casi in cui il socio nuocia o tenti di nuocere al decoro, agli interessi, alla vita del Camper Club, ne comprometta il suo buon nome, commetta atti di palese indisciplina o di ribellione alle disposizioni statutarie od al Consiglio Direttivo, tenga condotta incivile od ineducata o danneggi materialmente o moralmente un consocio. Tale provvedimento verrà preso con deliberazione del Consiglio Direttivo.
Il Camper Club si riserva inoltre il diritto di pretendere dal socio espulso il risarcimento dei danni ad esso eventualmente arrecati.
Il socio espulso non potrà più far parte del Camper Club.


ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI


Art. 20
Le Assemblee Generali dei soci sono ordinarie e straordinarie.
L’Assemblea Ordinaria è di norma convocata dal presidente del Camper Club entro tre mesi dalla chiusura dell’esercizio, per la relazione annuale morale e finanziaria, per la presentazione e l’approvazione del bilancio preventivo e consuntivo, ed ogni due anni per l’elezione dei membri del Consiglio Direttivo.
Le Assemblee Straordinarie possono essere convocate in ogni tempo per procedere:
1 – alla eventuale sostituzione dei componenti il Consiglio Direttivo;
2 – per deliberare sugli ordini del giorno eventualmente presentati.
L’Assemblea Straordinaria può essere convocata:
a – per deliberazioni del Consiglio Direttivo;
b – su iniziativa del Presidente o del Vice Presidente;
c – su domanda di almeno un terzo dei soci;
d – su richiesta di almeno un terzo dei componenti del Consiglio Direttivo.
Nei casi previsti dalle lettere c) e d) la convocazione deve aver luogo nei sessanta giorni dalla richiesta.
Non potranno intervenire alle Assemblee quei soci che non sono in regola con i pagamenti delle quote sociali dovendosi essi ritenere sospesi da ogni attività e diritto.
Le Assemblee saranno valide in prima convocazione con la presenza fisica o per delega della metà più uno dei soci, rilevata sulla situazione associativa antecedente tre mesi dalla data di convocazione dell’Assemblea stessa.
Trascorsa un’ora dall’orario stabilito per la prima convocazione le assemblee saranno valide in seconda convocazione qualunque sia il numero dei soci intervenuti.
Le Assemblee saranno convocate con avviso scritto personale contenente l’ordine del giorno da inviarsi almeno quindici giorni prima della data stabilita.
Tutti i soci hanno diritto di assistere all’Assemblea ma possono prendere parte alle discussioni ed avere voto deliberativo solo i Soci Fondatori ed Effettivi.
Un socio non po’ rappresentare per delega più di due soci.
Art. 22
Le Assemblee non possono deliberare che sugli argomenti posti all’Ordine del Giorno, salvo di mozioni presentate nel corso dell’adunanza che abbiano stretta attinenza con gli argomenti posti all’Ordine del Giorno o che abbiano carattere di inderogabile urgenza.
Art. 23
Le deliberazioni delle Assemblee sono valide in prima convocazione ed a maggioranza di voti, se sono presenti la metà più uno dei soci aventi diritto al voto; in seconda convocazione, sempre a maggioranza di voti, qualunque sia il numero dei soci intervenuti, in caso di parità la votazione è ripetuta sino a raggiungere la maggioranza.
Art. 24
Di ogni riunione dell’Assemblea viene redatto apposito verbale sottoscritto dal presidente e dal Segretario dell’Assemblea.
Art. 25
Le deliberazioni dell’Assemblea vincolano tutti i soci salvo quanto previsto dall’art. 18.


CONSIGLIO DIRETTIVO


Art. 26
Il Camper Club è amministrato da un Consiglio Direttivo, nominato dalla maggioranza dei soci dell’Assemblea.
Il Consiglio è composto da 15 membri che vengono eletti nella stessa tornata.
Art. 27
Tutti i componenti del Consiglio Direttivo durano in carica due anni e sono rieleggibili.
Il Consiglio resta in carica fino al giorno della riunione dell’Assemblea Generale e dei Soci che procede alla elezione del nuovo Consiglio.
Art. 28
Tutti i componenti devono partecipare alle tornate del Consiglio stesso e in caso di impedimento debbono giustificare in tempo la loro assenza.
Dopo cinque assenze consecutive decadono dalla carica e non sono rieleggibili per il tempo in cui il Consiglio di cui fanno parte resta in funzione.
Art. 29
Le deliberazioni del Consiglio sono prese a maggioranza di voti qualunque sia il numero dei presenti; a parità di voti quello del presidente, o di chi ne fa le veci, ha la preponderanza.
Per le votazioni si applica il sistema previsto nel presente statuto per l’Assemblea ed esse possono essere fatte a schede segrete se ne venga fatta esplicita richiesta da almeno un componente del Consiglio Direttivo.
Art. 30
In caso di dimissioni della metà più uno dei componenti il Consiglio Direttivo, deve essere convocata l’assemblea dei Soci per l’elezione del nuovo Consiglio.
Art. 31
In caso di posto vacante o di dimissioni per decadenza o per altri motivi, di uno o più Consiglieri, si procede fin quando ciò è possibile, alla loro nomina nel Consiglio stesso in base alla graduatoria dei non eletti nell’ultima Assemblea elettiva, altrimenti, si procede come previsto all’art. 31.
Art. 32
Oltre a tutte le attribuzioni conferitegli nel presente Statuto, il Consiglio Direttivo cura l’osservanza di tutte le deliberazioni prese, delle norme contenute nello Statuto e nei Regolamenti.
Di sua iniziativa o su richiesta dei soci, sottopone all’Assemblea le modifiche dello Statuto, accoglie o respinge le proposte fattegli dai Soci ed eventualmente le sottopone all’Assemblea.
Nomina, modifica e scioglie eventuali Commissioni formate dai soci che, nei limiti dei suoi poteri, ravvisa utile creare per qualsiasi oggetto.
Promuove e organizza tutte le manifestazioni dell’associazione, provvede alle spese ordinarie nei limiti del bilancio; procede, a mezzo del presidente, agli acquisti e alle vendite mobiliari ed immobiliari, assume e licenzia il personale dell’Associazione, determinandone le retribuzioni; prepara la relazione finanziaria ed i bilanci reventivi e consuntivi; emana i provvedimenti di carattere urgente e straordinari e cura tutto quanto altro riguarda il patrimonio e l’attività sociale.
Il Consiglio si riunisce quante volte è necessario, possibilmente non meno di una volta al mese.
Art. 33
Il Presidente ha la rappresentanza legale dell’Associazione anche di fronte a terzi, esegue le delibere dell’Assemblea dei Soci e del Consiglio che gestisce tutti gli affari ordinari; infine convoca e presiede il Consiglio Direttivo e, nei casi previsti dal presente Statuto, convoca le Assemblee.
Art. 34
Il Vice Presidente è l’immediato collaboratore del presidente.
Durante l’assenza del Presidente, l’Assemblea è presieduta a tutti gli effetti dal Vice presidente.
Ove sia presente il Vice Presidente, l’ Associazione è rappresentata dal Consigliere che ha raccolto il maggior numero di voti.
Art. 35
Il Consigliere Segretario cura la perfetta tenuta dei verbali di consiglio e cura le relazioni con gli altri circoli secondo le delibere del Consiglio.
Art. 36
Il Consigliere Economo cura la perfetta tenuta della contabilità e custodisce sotto la propria responsabilità il denaro e ogni altro valore del circolo che gli venga affidato; sorveglia la riscossione delle tasse di ammissione nonché le quote sociali; rende, una volta al mese, al Consiglio Direttivo la situazione di cassa; paga nei limiti stabiliti dal bilancio i mandati firmati dal presidente o da chi ne fa le veci; sbriga le pratiche relative ai soci morosi e mensilmente ne fornisce il relativo elenco al Consiglio.
Art. 37
I Consiglieri designati per le singole attività provvedono al loro buon funzionamento e sviluppo, ai sensi dei relativi regolamenti, vigilano sulla manutenzione del materiale, propongono al Consiglio ogni spesa da farsi per l’acquisto di nuovo materiale e per il suo mantenimento, hanno la disciplina del personale addetto.


SCIOGLIMENTO DELL’ASSOCIAZIONE


Art. 38
Qualora si verifichi un crisi ritenuta grave ed insanabile per l’esistenza del Camper Club, il Consiglio Direttivo, per sua deliberazione convoca l’Assemblea Straordinaria dei Soci.
L’eventuale deliberazione di scioglimento è valida in seconda convocazione con l’intervento di almeno 2/3 dei soci delle prime tre categorie e con voto favorevole di almeno 2/3 dei convenuti.
Art. 39
Deliberato lo scioglimento, il Camper Club verrà<messo in liquidazione secondo le disposizioni vigenti in materia, precisando però che in tale evenienza con il realizzo delle attività sociali, dovranno essere estinte le passività, compresi gli eventuali finanziamenti dei soci e gli eventuali residui attivi verranno devoluti in beneficienza.
Art. 40
Per quanto non previsto dal presente Statuto, decide l’Assemblea a maggioranza dei partecipanti.

Normativa Cookie ITA - No editor!

Info Visitatori

1.png3.png0.png4.png1.png5.png
Oggi23
Ieri78
Questa settimana23
Questo mese1843
Totale130415

Tue Info

  • Il tuo ip é: 54.81.73.2
  • Il tuo Browser é: Unknown
  • Versione del tuo Browser:
  • Il tuo sistema operativo é: Unknown

Ci sono

1
visitatori in questo momento!

Facebook Like Box Sidebar